Archivio Eventi 

Sezione dedicata agli Eventi trascorsi insieme, per mantenere vivo il ricordo dei momenti che hanno caratterizzato gli approfondimenti culturali dell'Anno Accademico in corso e quelli passati.

In ordine di data decrescente

FESTIVAL IRLANDESE -  Amelia - 30 Agosto - 9 Settembre 2018

CONFERENZA STAMPA

 

La Università della Terza Età – UNITRE - Università delle Tre Età di Amelia insieme all’Associazione In Connection, hanno l'onore e il piacere di presentare il programma del Festival Irlandese, dal 30 agosto al 9 settembre ad Amelia.

 

Abbiamo la fortuna di aver potuto riunire per questo evento personaggi di spicco del mondo accademico e della cultura irlandese offrendo una occasione unica a studiosi ed appassionati. Il festival si avvale del patrocinio dell’Ambasciata d’Irlanda, la Provincia di Terni, i Comuni di Amelia, Attigliano e Lugnano in Teverina e la UNITRE Nazionale e in collaborazione con Pro Loco di Amelia, nell’ambito del Progetto “Dimore Storiche e loro personaggi” (progetto finanziato dalla Fondazione CARIT) Ente Palio dei Colombi, Sistema Museo e Irish Film Festa; le associazioni SlowFood Terre dell’Umbria Meridionale, Amelia in Umbria, Oltre il Visibile, SATOR, Il Granaio.

 

La iniziativa ha lo scopo di presentare alcuni aspetti di un paese europeo, per alcuni versi simile alla nostra regione: due isole verdi, una nel mare l’altra nella penisola, con una forte persistenza delle tradizioni, percorsi alla scoperta di scenari da film, pietre che narrano storie antiche ed una diffusa presenza di castelli e siti monastici. Il Festival permetterà di avvicinarsi ad alcuni temi della cultura e delle tradizioni di un paese così affascinante grazie alla partecipazione di personalità di rilievo nazionale e internazionale con conferenze, mostre, concerti, cene e degustazioni e visite.

 

Giovedì 30 agosto sarà dedicato alla inaugurazione di tre mostre fotografiche:

  1. Museo Archeologico - Omaggio all’Irlanda, collettiva di Naoise Kelly (Landscape photographer) Lucrezia Testa Jannilli (Performing artist and photographer) Pasquale Comegna, (professional phographer)
  2. Il Granaio- Obiettivo Irlanda Pietro Trippodo e Marina Verza
  3. Bar Russo – Irish Skies, Irish People, di Roberto Pileri (fotografo del paesaggio umano)

 

Venerdì 31 sarà la giornata di inaugurazione ufficiale del Festival:

Pinacoteca del Museo Archeologico, Andrew O’Connor, già Capo Conservatore della National Gallery di Dublino nella conferenza “Caravaggio Mattei ritrovato” ci svelerà segreti del ritrovamento e del restauro di un’opera del Caravaggio ritrovata in un convento dei Gesuiti a Dublino. Una occasione per ricordare anche che il Caravaggio, nella sua vita erratica e avventurosa, fu ospitato anche dalla famiglia Petrignani di Amelia.

La cena inaugurale, su prenotazione, con concerto di Shahnaz Mosam, suonatrice di arpa celtica - il “clarsach” - che si ispira alla tradizione dei bardi e dei trovatori, sarà all’interno del palazzo di Angelo Geraldini, famiglia legata ai Fitzgerald, le cui mura narrano secoli di storia, dai resti della strada romana e dell’“opus reticolatum” nei locali del ristorante fino alla memoria incisa su una lapide della ospitalità a papa Sisto IV, in fuga dalla Roma a causa della peste.

 

Sabato 1 settembre ci sarà dapprima la possibilità di effettuare un itinerario di visita della città, un percorso fra archeologia e dimore storiche, quindi nella Sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani due illustri professori italiani, Edoardo D’Angelo, Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e Massimiliano Bassetta, Università di Verona, parleranno rispettivamente di “L’Irlanda e il suo popolo” e “I monaci irlandesi”.

A seguire, nella stessa sala il compositore irlandese Frank Corcoran, docente ad Amburgo, terrà una lezione-concerto sul tema “Sean agus nua - Il vecchio e il nuovo - Un compositore irlandese si reinventa”.

Quindi sarà la volta di una cena all’aperto, su prenotazione, nel magnifico giardino pensile del ristorante di Palazzo Petrignani, con concerto del gruppo TORQ, un gruppo di musica tradizionale e folk irlandese musicale.

 

La mattina di domenica 2 settembre sarà dedicata ai bambini e alle famiglie con il laboratorio “L’intreccio magico”, a cura di Sistema Museo mentre il pomeriggio alle 17,30 presso la Pinacoteca del Museo Archeologico, ancora due conferenze di grande rilievo:

- Antonio Bibbò, Manchester University, parlerà di “L’Irlanda degli Italiani. Letteratura irlandese e immagini dell’isola di smeraldo tra la prima e la seconda guerra mondiale” mentre Enrico Terrinoni, Università per Stranieri di Perugia, ci condurrà su un tema affascinante “Bruno, Joyce e Einstein. Tutti i mondi nell’universo infinito”.

La Condotta SlowFood Terre dell’Umbria Meridionale, con la partecipazione di due esperti, gestirà una degustazione guidata di formaggio, Coolea e Gubeen, e birra irlandese alle ore 20,00 nella suggestiva taverna della Locanda del Conte Nitto e a seguire, alle 21,30 il gruppo The Shire, un gruppo famoso attivo da 15 anni, accenderà la serata con un entusiasmante repertorio di musiche tradizionali irlandesi nel Chiostro Boccarini.

 

Prima di passare alla rassegna cinematografica del weekend successivo giovedì 6 settembre la Unitre di Amelia organizza una gita alla scoperta di Pezzi.. e pizzi d’Irlanda, da Orvieto, con il pozzo di San Patrizio, a Tuoro sul Trasimeno e Isola Maggiore, dove viene mantenuta la lavorazione del pizzo d’Irlanda introdotta agli inizi del secolo scorso dalla Marchesa Guglielmi per dare lavoro alle figlie dei pescatori.

 

Il festival sarà concluso da una rassegna cinematografica organizzata in tre appuntamenti dall’Ass.ne Oltre il Visibile, in collaborazione con Irish Film Festa e la partecipazione straordinaria di John Mc Phillips, compositore di musiche da film e da qualche tempo residente ad Amelia.

 

PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL IRLANDESE
Clicca qui per scaricare il Programma dettagliato del Festival.
Programma del Festival Irlandese.pdf
Documento Adobe Acrobat [1.1 MB]

MOSTRA DI LEONARDO LUCCHI "Antico e contemporaneo ad Amelia" - 14 APRILE - 13 MAGGIO - AMELIA

La Unitre di Amelia, impegnata nella promozione della cultura e la tutela della memoria storica, in collaborazione con il Comune di Amelia, garantisce il servizio di assistenza volontaria alla Mostra dei Bronzi di Leonardo Lucchi, allestita negli spazi restaurati di Sant'Agostino. Una bella occasione per una visita di duplice interesse.

TORNEO NAZIONALE DI BURRACO -  FABRO 28-29 APRILE 2018

Il Torneo è aperto a tutti gli iscritti alle Sedi e Sezioni (ma anche ai non iscritti) è organizzato dalla UNITRE dell’Alto Orvietano che ospita il torneo. 

 

Scopri il programma e come partecipare>>

 

 

VISITA RICEVUTA DELLA DELEGAZIONE DELLE UNITRE DI ALBANO LAZIALE-CASTEL GANDOLFO-MARINO

Sabato 24 Febbraio 2017

All'interno del programma Nazionale "INCONTRIAMOCI A..." abbiamo avuto il piacere di ospitare ad Amelia e a Lugnano in Teverina, una delegazione delle sedi UNITRE di Albano Laziale - Castel Gandolfo - Marino. Guidati dalla nostra Presidente e organizzatrice Mara Quadraccia, che ha consentito di far ammirare le meraviglie storiche e culturali che offre la Città di Amelia e in seguito alla condivisone dei momenti d'interesse culturale; la Sindaca Laura Pernazza ha ricevuto il formale ringraziamento da parte dal Presidente Marcello Zega della UNITRE di Marino, per l'accoglienza riservata dalle Istituzioni, dalla UNITRE di Amelia e cittadinanza tutta.

Progetto Nazionale "Incontriamoci a..."  - Sabato 24 Febbraio 2018

Dopo la nostra visita a Spoleto accolti dalla delegazione della Unitre locale, il progetto nazionale " Incontriamoci a..", si concretizza con la visita ad Amelia e Lugnano in Teverina da parte della Unitre di Marino (Roma). Lo scambio di visite diventerà una bellissima occasione di conoscenza e condivisione per idee e progetti comuni.

Assemblea generale dei Soci  - Mercoledì 6 dicembre 2017

 

INAUGURAZIONE DEL NUOVO ANNO ACCADEMICO 2017/2018

Mercoledì 11 Ottobre ore 16:30

                                                                

Il valore dei valori

 

Il nostro XXVIII anno accademico viene inaugurato dalla conferenza del Colonnello Riccardi sul tema

 “Il prezzo della fedeltà. Storia di Giuseppe Giangrande”.

A quattro anni di distanza dal gravissimo ferimento di Giuseppe Giangrande, il nome del maresciallo forse è già sparito dalla nostra memoria; ma non può esserlo per la giovane figlia Martina, che per assisterlo ha lasciato il lavoro, né per l’Arma dei Carabinieri, che di questo uomo e della sua vicenda ne ha fatto un esempio, perché “essere carabiniere non significa soltanto portare una divisa. Vuol dire mettersi al servizio del cittadino, qualunque cosa comporti”.

Il libro, scritto insieme al Colonnello Riccardi, è il racconto di una vita coerente con le parole pronunciate al momento dell’adesione all’Arma: «Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana»

La fedeltà costa sacrificio, impegno, trasferimenti, rinunce e soprattutto rischio, il rischio di un proiettile sparato che va a colpire il midollo spinale di chi deve essere lì per garantire la sicurezza, di fronte a Palazzo Chigi.

 È ‘successo a Giuseppe Giangrande il 28 aprile 2013, la mattina in cui giurava il nuovo governo Letta. Oggi il maresciallo è su una sedia a rotelle ed ha faticosamente recuperato l’uso delle braccia.

Quando gli chiedono un messaggio da dare ai giovani Giuseppe Giangrande non ha esitazioni: «Fate come Martina, non mollate mai. Anch’io non mollo e sto cercando di recuperare in parte la funzionalità delle braccia Ci vuole un amore immenso per la vita, qualunque cosa vi riservi il destino. Ora ho di fronte a me un’altra vita dove si lotta e si va avanti, si migliora, si ride e si piange, si affronta il dolore e la tristezza, si cercano briciole di felicità, si ama e si ringrazia chi ti è vicino».

In questo tempo in cui ha valore solo ciò che è utile e monetizzabile l’esempio di due persone eccezionali per ci porta a dare il giusto valore alla nostra vita, il valore dei valori, impegnandoci a stare bene con noi stessi e con gli altri.

Grazie a Giuseppe e Martina Giangrande!  

 

2 Ottobre - Festa di Nonni 2017

DAL PAESE DEL SOL LEVANTE-  150 anni di rapporti Italia Giappone- 15 giorni di eventi - Amelia dal 2 al 16 settembre 2017

UNIVERSITA' DELLA TERZA ETA' DI AMELIA-UNITRE

 

L’UNITRE di Amelia, con le sezioni di Attigliano e Lugnano in Teverina, da sabato 2 settembre riprende le attività con un programma di alto livello culturale dedicati al Giappone: "Dal Paese del Sol Levante -150 anni dei rapporti diplomatici fra Italia e Giappone-15 giorni di eventi".

 

Concerti, conferenze, incontri, laboratori e spettacoli promossi con i Patrocini dell'Ambasciata del Giappone e della Fondazione Italia-Giappone oltre che dai Comuni e dalla Provincia, di Terni e la sostanziale collaborazione di molte Associazioni.

 

Lunedì 28 agosto alle ore 11,30, presso la Sala Consiliare della Provincia di Terni, si terrà la conferenza stampa.

 

L’iniziativa nasce dal partenariato della nostra associazione con la “Concerts For Classical Music Fans”, Associazione fondata da Kikuko Kurose per la diffusione dell'ascolto della buona musica.

 

L’UNITRE è socia della sezione italiana e contribuisce all’organizzazione di due concerti annuali. Inoltre la collaborazione con la Pro Loco di Amelia, in particolare con il Vice presidente Raffaele De Lutio, già Ambasciatore, ci ha permesso di contattare Mario Vattani, per la presentazione del libro " Viaggio nel Paese del Sol Levante " che si terrà giovedì 16 settembre, da cui l'iniziativa ha tratto lo spunto per il titolo.

 

Confidiamo sulla diffusione del programma attraverso i vostri canali di comunicazione.

 

Mara Quadraccia

DAL PAESE DEL SOL LEVANTE-  150 anni di rapporti Italia Giappone- 15 giorni di eventi

 

“Il testo non commenta le immagini. Le immagini non illustrano il testo…testo e immagini, nel loro intreccio, vogliono assicurare la circolazione, lo scambio di questi significanti: il corpo, il viso, la scrittura e leggervi il linguaggio dei segni” (Roland Barthes, L’impero dei segni).

 

Cosa conosciamo veramente di un paese così affascinante e perché ne siamo affascinati? Immagini che ci attraggono per la eleganza delle forme e dei colori non possono che incuriosire ma non completare la conoscenza di un paese così lontano ma che se sentiamo più vicino ed attraente di altri.

 

La comunità amerina ha avuto la opportunità di avvicinarsi a questa cultura grazie alla presenza dalla pianista Kikuko Kurose, fondatrice della associazione Concerts For Classical Music Fans, che ha lo scopo di diffondere l’ascolto della buona musica offrendo concerti gratuiti.

 

Per tale motivo lo scorso anno l’amministrazione comunale Le ha conferito la cittadinanza onoraria.

Esiste inoltre ad Amelia un piccolo nucleo di residenti di origine giapponese, soprattutto signore che, per amore, hanno scelto il nostro paese come seconda patria. La loro presenza, che potrebbe passare inosservata se non fosse per i tratti somatici e la gentilezza dei modi, ha accresciuto il nostro desiderio di capire il loro paese di origine.

 

Ed ecco una occasione che si presenta per la UNITRE di Amelia, associazione attiva nel campo della educazione degli adulti da quasi 30 anni, che annovera fra i suoi scopi statutari la promozione di iniziative culturali e sociali per realizzare un aggiornamento permanente e il contatto fra le generazioni: organizzare una serie di eventi, a partire dal concerto di K.K., per celebrare i 150 anni di rapporti diplomatici fra Italia e Giappone, grazie anche alla collaborazione offerta dal Vice presidente della Pro Loco di Amelia, l’ ambasciatore  Raffaele De Lutio con la proposta di presentare il libro di Mario Vattani, già console generale di Kyoto e Osaka, ”La via del Sol Levante-Un viaggio giapponese”.

 

Da questi due punti di partenza è nata una collaborazione intensa con molte altre associazioni amerine e non solo, (Pro Loco, CCMF, Ente Palio dei Colombi, Italia Nostra, Biblioteca Comunale di Amelia, Polisportiva Amerina, Ass.ne Gemellaggi Amelia, Il Granaio, In Connection, Sistema Museo, Aucc-Amelia, Cesvol) e con le amministrazioni comunali e provinciale che hanno dato il patrocinio.

 

Grazie alla ricchezza delle risorse umane, che è oggi la vera ricchezza del nostro paese, si è potuto creare un programma con un budget finanziario limitato ma con una ricca offerta di incontri che ha ottenuto il significativo patrocinio della Fondazione Italia Giappone e dell’Ambasciata del Giappone.

 

Sicuramente non si può pretendere che quanto presentato sia esaustivo per la conoscenza di un paese caleidoscopico, ma per dirla ancora con Barthes.

 

“Consultate una guida: vi troverete il solito piccolo lessico. Tuttavia cos’è viaggiare? E’ incontrare.Il solo lessico importante è l’appuntamento”. Gli appuntamenti che proponiamo vogliono creare un “satori”, un lampo di comprensione di un sistema fatto di segni e di tratti simbolici.

 

La storia delle relazioni fra Italia e Giappone inizia alla fine del Cinquecento con il gesuita Alessandro Valignano che, prima di evangelizzare si preoccupa di apprendere la loro lingua e intrattenere rapporti nel reciproco rispetto tanto che nel 1585 i rappresentanti dei feudi giapponesi vengono accolti da papa Gregorio XIII per aprire un dialogo politico e religioso.

Nel 1615 Hasekura Tsunenaga sbarca a Civitavecchia, dove resta per due settimane, per poi recarsi a Roma con la richiesta formale a papa Paolo V per un trattato commerciale con il Messico   e l'invio di missionari cristiani in Giappone. Civitavecchia, gemellata con Amelia, è a sua volta gemellata con Ishinomaki.

 

Il Trattato di Amicizia e di Commercio fra Italia e Giappone venne siglato nel 1866 in base al quale, a partire dal il primo gennaio del 1867, prese avvio l’importazione in Italia, dove la produzione della seta era stata messa in seria difficoltà da una epidemia dei bachi, del sanranshi (cartone fatto con seme di bachi).

 

La risoluzione commerciale, oltre che da interessi commerciali reciproci, venne sostenuta dal favore con cui i giapponesi vedevano, Il Risorgimento italiano, un movimento analogo alle vicende che, quasi contemporaneamente, avevano causato la fine dello shogunato e la Restaurazione Meiji (1868). 

 

Il libro di Mario Vattani ci conduce  in modo appassionato verso la conoscenza di questi rapporti svelandoci un paese più vicino al nostro di quanto non potremmo immaginare: i rapporti commerciali, l’influenza  dell’haiku sulla poesia  di Ada Negri e Marino Moretti, il ruolo di Utamaro e Hokusai nell’arte, l’architettura e la moda, il japonisme che appassiona Gabriele D’Annunzio  e influenza Puccini , il  primo volo Roma-Tokyo nel 1921 e, nello stesso anno  la visita,  del  principe ereditario Hirohito  che dona al papa Benedetto XV i ciliegi giapponesi piantati in Via Panama sino al 1932 quando viene stabilita la prima sede della ambasciata italiana a Tokyo. Certo lo stesso autore non tralascia di citare Fosco Maraini, distante ideologicamente ma accumunato dallo stesso amore per il paese, che   con il suo libro “Ore Giapponesi” descrive il Giappone degli anni cinquanta, ancora memore dello spirito guerresco che lo aveva animati fino al ’45 e che lo aveva portato allo sconvolgimento di Hiroshima e Nagasaki per poi risorgere come grande potenza industriale e finanziaria.

 

Anche se lontano geograficamente, possiamo cercare di capire almeno alcune parti di questo paese che cattura sempre il nostro immaginario.

 

Mara Quadraccia

Presidente Unitre di Amelia 

"DAL PAESE DEL SOL LEVANTE" Scarica qui la locandina
150 Anni di rapporti Italia-Giappone in 15 giorni di eventi ad Amelia dal 2 al 12 Settembre 2017
Locandina Evento Giappone def.jpg
Immagine JPG [696.2 KB]

CONCERTO DI KIKUKO KUROSE - Domenica 26 Marzo 2017

AMELIA "PERLA" DEL CINEMA IN UMBRIA -           23 Novembre - 8 Dicembre 2016

GALLERY DELL'INAUGURAZIONE

1946 - 2016, 70 Anni di voto alle donne -     Venerdì 11 Novembre 2016

 

Venerdi 11 novembre 2016

 

 1946 - 2016 70 ANNI DI VOTO ALLE DONNE

 

 

 

La mattina del 10 marzo 1946 le donne italiane vestono l'abito nuovo dei giorni di festa e compiono una deviazione rispetto al tragitto quotidianamente percorso, lasciando la strada che porta al mercato, alla scuola dei figli, alla fabbrica, per avviarsi ai seggi. Per la prima volta, si mettono in fila accanto agli uomini. Sporta sotto il braccio, appongono una X sulla scheda che chiama gli italiani, senza più distinzione di sesso, a partecipare alla “cosa pubblica” esprimendo la propria opinione con un voto.


Le italiane dunque votano, per la prima volta nella storia del Paese. Operaie e contadine, borghesi e proletarie, suore e impiegate, vivono con emozione, orgoglio, e spavento anche, un momento che oltre a rappresentare una conquista fu vissuto come una “sperimentazione della propria autonomia”. Votano, finalmente, dopo venti anni di battaglie e con grande ritardo rispetto alle donne di altri Paesi europei esercitando un diritto sancito per legge il 1 febbraio 1945 da un decreto legislativo varato dal secondo governo Bonomi.

Consiglio Direttivo ed Assemblea dei Soci - Mercoledì 26 Ottobre 2016

Amelia, 18 ottobre 2016 

                                          

 

Ai Sigg. componenti del Consiglio Direttivo

Ai Sigg. Soci studenti, docenti e onorari

 

 

Ai sensi dello Statuto vigente siete invitati a partecipare, Mercoledì 26 ottobre  2016,

presso la nostra sede, Biblioteca Comunale di Amelia , ai seguenti incontri :

 

Ore 16:15 Consiglio Direttivo

 

Ore 18:15 Assemblea dei Soci

 

Ordine del Giorno:

 

1) Lettura e approvazione verbale seduta precedente

 

2) Presentazione bilancio consuntivo a.a. 2015/16-Approvazione

 

3) Presentazione  bilancio preventivo  a.a. 2016/17-Approvazione

 

4) Andamento lezioni e laboratori

 

5) Spese migliorie per funzionamento sede  

 

6) Varie ed eventuali

 

 

      La Presidente                                                   Il Direttore dei Corsi

 

Prof.ssa Mara Quadraccia                                     Prof. Edoardo D’Angelo

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2016/2017 Mercoledì 12 Ottobre 2016 - Ore 16:30 

Alcuni momenti della Conferenza Inaugurale tenutasi il 12 ottobre 2016. Ringraziamo calorosamente i Relatori, gli organizzatori e tutti i numerosi partecipanti.

ASSEMBLEA PUBBLICA UNITRE di Amelia                 Martedì 5 Ottobre 2016 - Ore 16:30 

FESTA DEI NONNI                                          Sabato 1 Ottobre 2016 - Ore 16:30

La UNITRE, Università delle tre Età di Amelia, che da 27 anni si occupa di formazione e attività per adulti ed ha nei suoi principi statutari la promozione del rapporto fra le generazioni, propone la VII edizione della Festa dei Nonni, per dare rilievo al valore affettivo, sociale ed educativo del rapporto con i nipoti. 

 

Diversamente dagli anni passati non chiediamo la partecipazione fattiva delle classi ma invitiamo insegnanti, nonni e nipoti a partecipare liberamente alla presentazione del libro: 

 

“DAMMI LA TUA MANO-Storie di fantasia, storie di famiglia, storie d’amore…storie di nonna”. 

 

L’autrice, Prof.ssa Serenella Perotti, già docente e dirigente scolastica a Treviso, illustrerà il proprio lavoro con la Prof.ssa Nadia Caroli, responsabile della sezione Unitre di Attigliano presso la nostra sede, Biblioteca Comunale di Amelia:

 

Sala Conti Paladini - Sabato 1 ottobre, ore 16.30. 

 

Nella speranza che il testo possa fornire spunti per eventuali lavori di narrazione orale e scritta da parte dei nonni, per il recupero della memoria di tante e diverse vite, ringraziamo in anticipo per l’attenzione sempre prestata alle nostre iniziative in attesa della Vostra presenza, con un gradito indirizzo di saluto, alla manifestazione.

 

           La  Presidente                                                             Il Direttore dei corsi   

       Prof.ssa Mara Quadraccia                                                                       Prof. Edoardo D’Angelo

FESTA DEI NONNI - AMELIA 1 OTTOBRE 2016
Scarica la locandina della FESTA DEI NONNI cliccando su questo file.
Festa dei Nonni - 1 ottobre 2016.jpg
Immagine JPG [259.2 KB]

Concerto di Kikuko Kurose -28/08/2016 Amelia

Grazie a Kikuko Kurose per i Momenti d'incanto che ci ha voluto regalare con l'esecuzione di brani di Mozart e Debussy. E grazie al meraviglioso pubblico che, nello spirito della associazione Concerts For Classic Music Fans ha accolto la proposta di raccogliere fondi a favore delle popolazioni terremotate. Sono stati raccolti ben oltre 700 euro che verranno versati sul Conto Corrente della Regione Umbria segnalato dal Comune di Amelia 

Con il Patrocinio di:

Comune di Amelia

Comune di Attigliano

Comune di Lugnano in Teverina

Contatti

Università della Terza Età

UNITRE

Università delle Tre Età

di Amelia


Piazza Augusto Vera, 10
05022 Amelia (TR)

 

Per Informazioni:

(+39) 338.96.73.202

info@unitreamelia.it

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti ai nostri Gruppi facebook

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Universita della Terza Età di Amelia - Piazza Augusto Vera, 10 - 05022 - Amelia (TR) - C.F.: 92001270559 ------------------- Realizzazione website a cura di: Alessandro Traditi